Home Bormio Sondalo e il Sanatorio

Il Villaggio Sanatoriale

Sbucando dalle gallerie di Grosio che portano a Bormio, non si possono non notare le edificazioni che svettano sulla montagna di Sondalo, si tratta del Villaggio Sanatoriale, oggi Ospedale “E. Morelli”.

Molti non sono a conoscenza che fosse il più grande sanatorio in Europa, dove tantissimi ammalati da ogni dove arrivavano a curare la tubercolosi.

Le cure di allora, in assenza di antibiotici arrivati poi nel tempo, vedevano i sanatori come unici luoghi dove i pazienti venivano ricoverati per le cure del caso.

L’ospedale porta il nome del pneumologo Eugenio Morelli, valtellinese di nascita, che nel 1928  fece eseguire delle analisi sulle condizioni dell’aria della zona, che risultò estremamente adatta per curare gli effetti della malattia.

Mondiale Adidas Per Il Di Font CtsQrBhxd

Fu così che nel 1932 si diede il via alla costruzione del sanatorio,  tenendo ben presente i canoni conosciuti per meglio gestire la patologia, ovvero  aria, luce e sole. Difatto le costruzioni vennero studiate strategicamente a livello logistico, quindi ad una certa altitudine e con il sole “sempre in fronte”.

Ben nove padiglioni in meno di sei anni, vennero edificati, attorniati da una grande pineta, e prendendo il nome di  città della salute.

Arrivò la Guerra Mondiale, i lavori subirono delle pause e si dice che negli edifici pronti, vennero conservate per alcuni tempi, delle famose  opere d’arte provenienti dal musei e collezioni private.

Finita la guerra, le strutture vennero completate e per ben 25 anni fino al 1971 fu sede di studi oltre che luogo di cura per la malattia, finchè l’arrivo degli antibiotici, trasformò il sanatorio in ospedale generale.

Re LeoneAbbigliamento LeoneAbbigliamento itSimba Amazon Re itSimba LeoneAbbigliamento itSimba Amazon Amazon Amazon Re itSimba Re sthrxdCQ

 

Il Museo dei Sanatori

Recentemente è stato istituito il Museo dei Sanatori, atto proprio a raccontare e tramandare, con molteplici testimonianze, la storia del sanatori che vedevano diverse strutture coinvolte che sono ancora visibili oltre ai nove padiglioni.

Le zone di visita sono divise in tre parti dedicate alla cura, alla malattia e al villaggio con oggetti, foto d’epoca, e reperti vari, macchinari ecc, che ben danno testimonianza della vita e delle attività del Sanatorio.

In pochi minuti d’auto dal nostro residence, quest’attività risulta molto interessante e coinvolgente emotivamente. Vi aspettiamo:http://www.appartamentibormio.it/